La Cordillera Blanca potrebbe essere la tua prossima meta di viaggio. Il Perù è un Paese affascinante, tra mare e montagne altissime, un terra per molti aspetti quasi selvaggia e ricca di luoghi da scoprire, soprattutto per chi ama l’avventura e il movimento.

Se il Perù è quello che cerchi per la tua prossima partenza, ti proponiamo un modo del tutto speciale per visitare questo Paese: il trekking. Con la camminata sportiva potrai infatti gustarti il paesaggio e allo stesso tempo respirare il clima e l’atmosfera di quella terra.

La Cordillera Blanca si trova a poche ore di autobus da Lima e si tratta di una catena di cime concentrate in una regione che ha facile accesso per gli escursionisti.

Il percorso di trekking, che può essere organizzato sia in forma individuale che in gruppi, si snoda tra le valli di questa zona, con la possibilità di salire fino alla cima del Nevado Pisco, a 5.900 metri di altitudine. Si tratta di una salita che non si presenta con grandi difficoltà. Il percorso è panoramico su una serie di vette alte circa 6.000 metri ciascuna, circondate da lagune, ghiacciai e piccoli paesi. Qui si potranno vedere con i propri occhi le abitudini di vita degli andini, gli abitanti delle Ande.

L’itinerario per il trekking Perù prevede: partenza da Milano per Lima, con arrivo a Huaraz. Poi una tappa al giorno per un totale di 8 giorni di trekking, si prosegue verso Cashapampa – Ichic Cocha (4.200 metri), Quishuar Pampa, Campo Base Alpamayo, Quebrada Paria, Pampa Machacay – Vaqueria (4.000 metri), Cebolla Pampa – Campo Base Pisco (3.800 metri), Pisco, Huaraz, Lima, Milano.

Durante il trekking si dorme in tende a due posti e si mangia in una tenda mensa con tavoli, sedie, posate e piatti. A Lima e Huaraz in albergo; nelle località intermedie, in sistemazioni semplici ma pulite.

RELATED ARTICLES

Volume colli: cosa usare per misurarlo

Chi lavora in magazzino o nei depositi di stoccaggio sa quanto è importante inserire il calcolo corretto del volume colli, sia che essi siano destinati allo stoccaggio che alla spedizione. Soprattutto nel secondo caso, valutare il giusto volume, darà anche il giusto valore al prezzo…

stand-portatili

Stand portatili: a cosa servono

Cosa sono gli stand portatili e quando possono tornare utili? Gli stand portatili in fiera sono indubbiamente tra gli strumenti di marketing più utili cui possiamo ricorrere. Tra l’altro, sono anche riutilizzabili, pertanto non dobbiamo in alcun modo ricomprarli in futuro. Di solito vengono sfruttati…