Taranto: cosa vedere

Taranto, nota anche come la Città dei Delfini e dei Due Mari, è la terza città più grande del Sud Italia. Conosciuta in tutto il mondo, è una meta particolarmente abita dai turisti italiani e stranieri. Oltre allo splendido mare cristallino, la città pugliese offre, infatti, numerose attrazioni sia naturali che storiche. 

Uno dei luoghi di interesse più visitato è il Castello Aragonese, o Castel Sant’Angelo, costruito vicino ad un’antica depressione naturale. Il maestoso Ponte Girevole, invece, è il vero e proprio simbolo della città e collega l’isola di Taranto alla città nuova. Un’attrazione che conquista i turisti di tutto il mondo è la Cattedrale di San Cataldo, ubicata proprio nel cuore della Città Vecchia di Taranto, al centro di un’isola che vanta oltre tremila anni di storia e leggende. 

Anche la Cantina Spagnola è particolarmente apprezzata per via della sua peculiare connotazione. Si tratta di una grotta che è stata per molto tempo luogo e soggetto di numerosi convegni internazionali di storici dell’arte. La sua caratteristica simbolo sono, infatti, i numerosi rilievi scolpiti e le decorazioni pittoriche che ricoprono le pareti. Da non perdere, infine, la possibilità di fare una romantica passeggiata sul lungomare della città, da cui si può godere di un suggestivo panorama. 

Dove fare rifornimento 

Le cose da vedere sono tante e i turisti automuniti hanno indubbiamente necessità di trovare una stazione di servizio a Taranto. La città pugliese offre, infatti, numerosi servizi agli automobilisti, dagli autolavaggi alle colonnine di ricarica per le macchine elettriche. 

Le stazioni di servizio e i distributori di carburanti sono dislocati in diverse zone della città, con tecnici e operatori pronti a rispondere alle esigenze dei clienti. Sia che si stia cercando un distributore di benzina, piuttosto che uno di GLP o di metano, il litorale pugliese ne è riccamente fornito. 

RELATED ARTICLES

Trova il miglior centro massaggi Napoli

Centro massaggi Napoli: goditi i benefici di un messaggio La parola “massaggio” deriva, con tutta probabilità, dall’arabo “mass” o “mash”, che vuol dire premere, o dal greco “masso”, che vuol dire impastare.  La pratica del massaggio consiste, infatti, nell’usare dita e mani per esercitare pressione…