Cottura a Bassa Temperatura: di che cosa si tratta 

La cosiddetta cottura a bassa temperatura è la pratica di cuocere i cibi a una temperatura costante inferiore ai 100°. Si tratta di una cottura lenta, che viene utilizzata per conservare i sapori e le proprietà degli ingredienti più a lungo. Nello specifico ci si avvale della cottura a bassa temperatura per evitare di snaturare le proprietà organolettiche degli ingredienti ed evitare che il cibo si ossidi o perda il suo colore naturale. 

Le tecniche per la cottura a bassa temperatura sono molteplici e con diversi vantaggi. Le più diffuse sono:

  • la cottura sottovuoto, in cui gli alimenti vengono cucinati all’interno di appositi sacchetti di plastica. In questo caso la cottura avviene a temperatura costante fra i 50° e i 100° gradi. Questa tecnica di cottura viene scelta soprattutto perché consente di ottimizzare i tempi in cucina, aumentando i tempi di conservazione dei cibi
  • L’oliocottura, che consiste nel cucinare e i cibi in olio extravergine d’oliva. In questo caso gli ingredienti si cuociono a lungo a bassa temperatura, in olio aromatizzato a piacere. L’importante è non superare gli 80°. 

Quali sono i vantaggi della cottura a bassa temperatura

I benefici di utilizzare una cottura a bassa temperatura sono molteplici sia per quanto riguarda la preparazione dei piatti, che per quanto riguarda la loro conservazione. In particolare, i principali vantaggi sono:

  • i sapori e i profumi vengono conservati e amplificati all’interno dell’alimento
  • la facilità di conservazione è maggiore, soprattutto per quanto riguarda la tecnica di cottura in sacchetto. Cuocere il cibo in assenza di ossigeno, infatti, evita che gli alimenti possano essere attaccati da batteri e triplica il tempo di conservazione
  • la cottura è omogenea e perfetta, poiché con una cottura più lenta il calore ha maggiori possibilità di penetrare all’interno dell’alimento, distribuendosi in maniera uniforme

RELATED ARTICLES

stand-portatili

Stand portatili: a cosa servono

Cosa sono gli stand portatili e quando possono tornare utili? Gli stand portatili in fiera sono indubbiamente tra gli strumenti di marketing più utili cui possiamo ricorrere. Tra l’altro, sono anche riutilizzabili, pertanto non dobbiamo in alcun modo ricomprarli in futuro. Di solito vengono sfruttati…