Quasi tutti sanno che è possibile utilizzare l’aceto balsamico tradizionale per ravvivare le insalate grazie al suo sapore acido e pungente. Ma questo aceto dai colori intensi offre tanti altri usi in cucina quando si tratta di migliorare le nostre ricette preferite. Scopriamoli insieme. 

Scegli il giusto aceto balsamico

Gli aceti balsamici possono essere suddivisi in due categorie: I.G.P. aceto balsamico di Modena e balsamico mercificato o fabbricato. Un modo semplice per sapere se stai acquistando l’autentico aceto balsamico tradizionale è cercare il marchio”I.G.P.” (“Indicazione Geografica Protetta”).

Verdure con aceto balsamico tradizionale 

In autunno, la maggior parte delle verdure di stagione, dai funghi terrosi alle zucche dolci, si sposano magnificamente se cotte con l’aceto balsamico. Gli zuccheri contenuti nell’aceto favoriscono infatti la caramellizzazione delle verdure. 

Zuppe, stufati e brasati

Molte zuppe, come quelle di lenticchie e d’orzo, possono essere condite con una spruzzata di aceto balsamico. Lo stesso discorso vale per lo stufato di manzo o maiale. In questo caso, gli chef consigliano di utilizzare l’aceto al posto del vino rosso per sfumare la carne. 

Riduzione di aceto balsamico

La riduzione di aceto balsamico si sposa con insalate, carni, formaggi, gelati e anche con alcune tipologie di pesce. Inoltre, bastano pochi minuti per preparare questo condimento! 

Piatti Marinati

L’aceto balsamico tradizionale può accompagnare anche piatti marinati.  Gli chef consigliano di utilizzare il balsamico nelle marinate quando si grigliano o si arrostiscono le carni, poiché cuocerle in padella può far sì che gli zuccheri brucino l’esterno della carne. 

Le marinate balsamiche con olio d’oliva, aglio fresco e alcune erbe fresche come salvia o rosmarino sono perfette anche su pesci e crostacei tra cui salmone, tonno, polpo, sardine, sgombro, capesante arrosto e aragosta alla griglia. Consiglio: invece di lasciare i frutti di mare in ammollo nella marinata, è meglio spennellare la marinata sopra prima e durante la cottura.

RELATED ARTICLES

Volume colli: cosa usare per misurarlo

Chi lavora in magazzino o nei depositi di stoccaggio sa quanto è importante inserire il calcolo corretto del volume colli, sia che essi siano destinati allo stoccaggio che alla spedizione. Soprattutto nel secondo caso, valutare il giusto volume, darà anche il giusto valore al prezzo…

stand-portatili

Stand portatili: a cosa servono

Cosa sono gli stand portatili e quando possono tornare utili? Gli stand portatili in fiera sono indubbiamente tra gli strumenti di marketing più utili cui possiamo ricorrere. Tra l’altro, sono anche riutilizzabili, pertanto non dobbiamo in alcun modo ricomprarli in futuro. Di solito vengono sfruttati…